mercoledì 15 giugno 2011

Bucatini con le sarde


Piatto simbolo della tradizione culinaria siciliana, di origine palermitana, conosce diverse versioni che variano da città in città negli ingredienti e nel procedimento. Sarde, finocchietto, uvetta e pinoli restano, comunque, ingredienti indiscussi. Se non l’avete mai assaggiata, vi consiglio di provare a cucinarla senza eliminare nessun ingrediente elencato ed utilizzando rigorosamente i bucatini.


Ingredienti per 4 persone

450 g di bucatini
1 mazzo di finocchietto selvatico
400 g di sarde fresche (pulite e spinate)
1 cipolla
4 acciughe salate
30 g di uva sultanina
30 g di pinoli
1 bustina di zafferano
olio extravergine di oliva
6 cucchiai di pangrattato
un peperoncino
sale


Portate a bollore una pentola capiente con acqua leggermente salata. Pulite e lessate il finocchietto per 20 minuti, poi, senza eliminare l’acqua di cottura, sgocciolatelo e tagliuzzatelo. Mettete a bagno in acqua tiepida l’uva sultanina fino a quando si sarà ammorbidita. Affettate sottilmente la cipolla e fatela imbiondire in abbondante olio; unite il peperoncino sminuzzato e le acciughe pulite che saranno schiacciate con i rebbi di una forchetta. Aggiungete tutte le sarde tranne 8 da tenere da parte, un pizzico di sale, lo zafferano, uva sultanina, i pinoli, il finocchietto ed amalgamate mescolando delicatamente per una decina di minuti. Saltate in olio caldo le sarde messe da parte e lessate i bucatini nell’acqua di cottura del finocchietto. In una padella versate il pangrattato con un pizzico di sale e un filo d’olio e lasciate che si abbrustolisca mescolando un po’. Quando la pasta sarà pronta, conditela e guarnite ogni piatto con 2 sarde fritte e una spolverata di pangrattato.



Con questa ricetta partecipo al contest di Imma di Dolci a gogo



33 commenti:

  1. Questo tesoro è proprio il piatto giusto per il mio contets lo sai??Un piatto tradizionale della cucina italiana:D che poi tra l'altro mi riprometto sempre di preparare perche è gustosissimo!!...dai dai inseriscilo nel contest:D!!!Baci,imma

    RispondiElimina
  2. chic, proprio bello l'abbinamento.

    RispondiElimina
  3. Queste son le ricette che adoro!
    Bravissima, mi piace
    simo

    RispondiElimina
  4. GRANDE ELENA!! ANCH'IO LA FACCIO COSI' IDENTICA!!! Ce l'ho in archivio ma la foto non mi piace e non l'ho mai pubblicata
    BACI

    RispondiElimina
  5. i bucatini sono un tipo di pasta insolito con le sarde,almeno per me,sembrano davvero gustosi!

    RispondiElimina
  6. Ciao Elena è un piacere conoscerti e scoprire il tuo fantastico blog, ho letto il tuo profilo, ma ho subito capito da questi bucatini che sei palermitana ;)e si sono perfetti!!!
    Seguirti sarà un piacere, a presto!!!

    RispondiElimina
  7. Un ottimo primo piatto davvero sfizioso!! Un bacione e buona giornata!!

    RispondiElimina
  8. Che fame Elenaaaaaa!!!!!! Buonissimo questo piatto, bravissima! Un bacione tesoro!

    RispondiElimina
  9. L'ho mangiata a Palermo qualche mese fa....dire che è buonissima non le fa onore!!!! bravissima!!!

    RispondiElimina
  10. ciao Elena, era da un po' che aspettavo la "vera" ricetta della pasta con le sarde! Eccola, ottima. Me la segno.
    A presto

    RispondiElimina
  11. Posso dire solamente che l'adoro! E' una pasta che faccio spessissimo ma senza seguire particolari ricette..Grazie, sono certa che la tua versione è ottima! Un abbraccio

    RispondiElimina
  12. mi sono sempre domandata come si facesse la pasta con le sarde, quella vera, non quella inventata...svelato l'arcano anche se ho come il presentimento che per farla davvero buona ci voglia grande maestria ;)

    RispondiElimina
  13. Io non l'ho mai assaggiata...le sarde mi fanno un p impressione...ma impiattate così elegantemente mi attirano pure...posso venire a mangiarli direttamente a casa tua?

    RispondiElimina
  14. NOn ho mai assaggiato questa pasta...ma sai quassù di tradizioni siciliane ne arrivano ben poche! Ad ogni modo la trovo una pasta davvero invitante...dev'essere buonisssima, ricca e saporita!

    RispondiElimina
  15. Adoro questa pasta. Peccato che qui il finocchietto fresco non si trovi molto facilmente. Oggi entrambe di agrodolce :) Un bacione

    RispondiElimina
  16. Una bella ricetta come sempre, ciao

    RispondiElimina
  17. Ele ma che buona questa pasta!! la conosco bene, quando sono stata in Sicilia l'ho mangiata più volte..unica cosa, non so se mi piace davvero il finocchietto..:-) 10 e lode comunque!

    RispondiElimina
  18. Che bontà, semplice e gustosa.

    RispondiElimina
  19. Mai fatte con le sarde!! da provare ^_^
    bravissima baci

    RispondiElimina
  20. Ormai lo sai che adoro la cucina siciliana! Un abbraccio...

    RispondiElimina
  21. Ciao Elena, che bella questa pasta che sa di mare, sole e Sicilia! Come sempre tutte le tue ricette sono molto curate :)

    RispondiElimina
  22. Di gran gusto questo piatto, e che profumino!!!!!!!!!!! Baci Elena!!!

    RispondiElimina
  23. Un primo piatto da re!!In bocca al lupo per il contest..

    RispondiElimina
  24. mi piace veramente tantissimo questo piatto! molto molto goloso!complimenti cara Elena per il piatto con un accenno di Sicilia ma anche tanto estro e raffinatezza!

    RispondiElimina
  25. Che bel piatto, il massimo sarebbe venirlo a mangiare in Sicilia!!!
    Buona serata

    RispondiElimina
  26. Ci credi se ti dico che non l'ho mai mangiato? Comunque rimedierò presto... CIAO SILVIA

    RispondiElimina
  27. Une recette qui me plait beaucoup.
    Une association originale et gourmande.
    A très bientôt.

    RispondiElimina
  28. con questo piatto faccio la felicita' del burbero..
    e quindi....te la copio ..
    Grazie e Complimenti!!

    RispondiElimina
  29. Che dire di questa ricetta, io l'adoro e la preparo spesso, quindi brava!

    RispondiElimina
  30. Oddio che hai preparato! potrei uccidere per questo piatto!
    ps
    la torta che perde la verginità mi è proprio piaciuta!

    RispondiElimina
  31. gnammmmmmmmmmmmm che bontà! complimenti, un bacione! :D

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails