lunedì 13 giugno 2011

Torta... non più "vergine"


Questa torta nel ricettario della mia mamma è indicata col nome di “Torta vergine” probabilmente per il colore originariamente bianco e la delicata crema al latte che le conferisce un certo candore. La scoperta da parte mia, di questa ricetta è coincisa con la perdita della “verginità” della torta stessa, perché non sono riuscita a resistere alla tentazione di aggiungere dei pezzetti di cioccolato che giacevano da Pasqua in un barattolo ben conservato. La torta non ha più l’aspetto candido di prima ma poco importa, è buonissima! 

Ingredienti per una tortiera di 35 cm di diametro
Per la base:
1 kg di ricotta
350 g di zucchero
3 uova
200 g di farina 00
1 busta di lievito

Per il ripieno di crema al latte:
1 l di latte
300 g di zucchero
100 g di amido
80 g di cioccolato fondente o gocce di cioccolato
1 limone
cannella


Per preparare la crema fai bollire il latte con un pizzico di cannella e la scorza del limone. In una ciotola mescola zucchero e amido, poi unisci a cucchiaiate il latte, lentamente, facendo attenzione ad evitare la formazione di grumi. Riponi la crema in frigo perché possa raffreddarsi e solo quando sarà fredda unisci il cioccolato spezzettato. Prepara la base lavorando la ricotta sgocciolata con lo zucchero, unisci le uova, la farina, il lievito e amalgama tutto. Rivesti una teglia con carta da forno e versa il composto distribuendolo omogeneamente e spingendone un po’ di più verso i bordi. Versa la crema al latte partendo dal centro verso l’estremità e spalmala uniformemente. Inforna in forno caldo a 180° per 45 minuti.



38 commenti:

  1. Proprio particolare questa torta. Mi pare di capire che la base sia soffice e morbidoa e non con la consistenza della frolla vero? Dev'essere davvero buona, le ricette delle mamme non deludono mai. Bacioni, buona settimana

    RispondiElimina
  2. Deve esse davvero buonissima ...
    Ciao Elena un bacione dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  3. una torta davvero diversa, prima del forno pare essere un impasto cremoso per la base + la crema del ripieno. Chissà che meraviglia, e io parteggio per la tua versione con le gocciole... sai, sono un po' "anticonformista" !!

    RispondiElimina
  4. anche se nn è più vergine rimane sicuramente idilliaacaaaa

    RispondiElimina
  5. Dev'essere buonissimissima!!!!!!!

    RispondiElimina
  6. Favolosa e golosa
    bravissima buona giornata !!!
    ^_^ baci

    RispondiElimina
  7. Preferisco la tua versione, non più vergine!!!!
    Spettacolare e decisamente golosa!!
    Un bacione e felice settimana!!!!

    RispondiElimina
  8. Un dolce ed un nome che sono tutto un programma elena davvero spettacolare!!
    Tesoro ho indetto un contest con Illa "la perla della cucina italiana" e mi piacerebbe tanto se tu partecipassi, mi raccomando ti aspetto e per tutti i dettagli passa dal mio blog!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  9. hai violato la torta...??? vabbè hai fatto bene..è uno spettacolo!

    RispondiElimina
  10. Che bella, è deliziosa solo a vedersi!;)

    RispondiElimina
  11. che meraviglia elena!!! e quell'alzatina in fondo, cosa si deve fare per averla???? dai, mandami tutto con un corriere!!!!;-) come al solito tu non mi deludi, ricetta buonissima presentata benissimo...come invidio il tuo futuro maritino per tutte le golosità che mangerà!!! più tardi ti rispondo in privato, prima per mangio una bella fettona di torta...ps:le gocce di cioccolato gli danno quel chè....

    RispondiElimina
  12. ..direi che avrei fatto lo stesso riguardo ai pezzetti di cioccolato! La ricetta originale..capirà! =)

    Buona giornata!

    Francesca di SingerFood & Chiccherie

    http://singerfood.blogspot.com/

    RispondiElimina
  13. che bella torta.. diversa dalle solite.. e sicuramente gustosissima... l'idea delle gocce di cioccolato danno il tocco in più.. gnam :)

    RispondiElimina
  14. Penso che mi piace di più la tua versione della torta... che ha perso la “verginità”.
    Buona settimana.

    RispondiElimina
  15. Elena, è da un sacco di tempo che non mangio una torta con la ricotta... e la tua mi ha fatto venire una gran voglia di farlo!

    P.S. che bella' l'alzata con cui l'hai presentata... :-)

    RispondiElimina
  16. Eccezionale la base, con la ricotta che la fa da padrona, ne siamo entusiasti ancor prima d'averla assaggiata e poi la farcia che hai sapientemente arricchito con quei pezzetti di cioccolato davvero completano l'opera. Noi la proveremo a fare senza dubbio!
    Un bacione da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  17. Questo è uno di quei dolci che mi fanno proprio dimenticare di avere il colesterolo e qualche chilo di troppo. Come si fa a non considerarla!
    Intanto prendo appunti!
    A presto!

    RispondiElimina
  18. Curioso il nome...buonissima la torta!
    Buon lunedì un abbraccio

    RispondiElimina
  19. Che buona questa torta!!!! bravissima

    RispondiElimina
  20. dal titolo pensavo chissà che!! cucina afrodisiaca.. o cose simili.. heheheeh.. buona e particolare!! brava Elena!

    RispondiElimina
  21. già stavo pensando male. Buonissima la torta!

    RispondiElimina
  22. fantastico questo post, molto divertente! la ricetta poi è molto interessante! da provare sicuramente.

    RispondiElimina
  23. Mi piace moltissimo la ricotta...e questa torta è assolutamente da provare!!!

    RispondiElimina
  24. E'ancor più bella e soprattutto golosa con quella cioccolata tentatrice ^_-! baci

    RispondiElimina
  25. che nome particolare, quanto sarà buona!!!!!!!

    RispondiElimina
  26. Se ve suave y exquisita y muy especial con chocolate,un festín para el paladar,seguro que las recetas de las madres son las mejores y recordarlas se hacen más ricas, cariños y abrazos.

    RispondiElimina
  27. questa personalizzazione al cioccolato mi piace ASSAI! :D

    RispondiElimina
  28. I think you only made it better :) This cake looks very delicious!

    RispondiElimina
  29. Ma sai che questa torta proprio non l'avevo mai sentita? Assolutamente segnata !
    Abbraccio, Simona

    RispondiElimina
  30. wow...davvero curiosa questa torta...mi intriga e la proverò al più presto
    un saluto
    simo

    RispondiElimina
  31. solo per vederlo per sapere se la torta era molto gustoso ..

    RispondiElimina
  32. questa torta è assolutamente una novità!l'aspetto sembra buono..ci fideremo!:)

    RispondiElimina
  33. AHAHAHAHAHHAAH golosissima questa torta non più vergine! ne prendo volentieri una fetta! un bacione!

    RispondiElimina
  34. che bella torta, vergine o meno ne agguanterei una fettona e poi ti fregherei l'alzatina ;) ciauuu :)

    RispondiElimina
  35. Ricotta e cioccolato fondente: un binomio perfetto secondo me! CIAO SILVIA

    RispondiElimina
  36. Ciao Elena è stato un piacere per me ricevere una tua visita nel mio novello blog.
    Vedi quanto abbiamo in comune!!!Ciò che mi ha fatto più piacere è sapere che, entrambe, facciamo lo stesso lavoro.
    Hai un bellissimo blog che voglio inserire tra i miei preferiti.In questo tuo post hai messo una ricetta tipicamente alcamese... " i minne ri virgine".Forse tua madre è originaria di Alcamo?
    Questa torta che faccio da tanti lunghi anni (diversa per dosi dalla tua,senza lievito e coperta sopra e sotto dall'impasto di farina e ricotta che viene, però,prima cotto in tegame ) mi commuove perchè mi fa ricordare mio padre che era di Alcamo e che, non amando i dolci, mangiava solo con gran piacere le minne di vergine e la cassata siciliana.
    Non sono mai riuscita a fare il dolce nella sua forma originaria (a mammella)perchè l'impasto è troppo morbido e non conosco il "trucco" dei pasticceri per cui anch'io ho scelto la versione a "torta".
    Qualche giorno aprirò un post con la mia versione di questa torta.Il fatto è che è bello avere un nostro spazio dove,tramite il cibo,si può parlare di noi stessi e delle nostre radici.
    Sono convinta che ogni pietanza,ogni singolo odore evoca in noi sempre qualcosa ( e M. Proust ce lo conferma!!)
    Speriamo di non perderci di vista.
    P.S. bella la torta,bella l'alzatina (sono una collezionista) e belle le fotografie.

    RispondiElimina
  37. Ciao Elena,

    una nostra fan su facebook ci ha chiesto proprio questa ricetta della torta vergine, qualche ricerca su google ed eccomi sul tuo blog.
    Complimenti per le ricette e per il tocco che hai dato al blog.
    Ho girato il tuo link sulla nostra pagina facebook sono certo che in tanto potrebbero essere interessati.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails