venerdì 8 aprile 2011

Cannelloni con mazzareddi


La primavera è senza dubbio uno dei periodi più belli dell’anno. Le giornate si allungano, la temperatura aumenta, i campi cominciano a fiorire e le erbe selvatiche, spinte dal tepore di un sole sempre più giallo e più caldo, cominciano a farsi posto e a sprigionare profumi che, soltanto chi ha la fortuna di potere fare passeggiate in campagna, sa quanto siano meravigliosi.
Nella campagna del nisseno (Caltanissetta) la primavera da’ il meglio di sé. Si trova in collina, circondata dalle Madonie e dai Nebrodi, lontano dal mare e in zone poco abitate.. insomma una campagna perfetta! In queste zone Arcangelo fa realmente da padrone di casa. Conosce gli angolini dove crescono gli asparagi spontanei, i capperi teneri (quie le verdure selvatiche. E proprio grazie a lui ho scoperto i “mazzareddi”, verdura selvatica profumata appartenente alla famiglia della senape, dal gusto piacevolmente amarognolo, che in italiano, probabilmente, viene chiamata amarelli. Sembra che si trovi soltanto in quelle zone, infatti, non li avevo mai visti in giro, né in vendita nei mercati. Non immaginate che gioia avere portato con me questo bottino prezioso e avere realizzato questi cannelloni dal profumo di primavera.





Ingredienti per 4 persone

8 cannelloni
500 g di amarelli
500 g di ricotta
100 g di parmigiano reggiano grattugiato
200 ml di besciamella
noce moscata
sale e pepe


Lava e metti a bollire gli amarelli con un pizzico di sale; scolarli, strizzarli e tritali grossolanamente con un coltello. Mescola in una ciotola la ricotta condita con un pizzico di sale, pepe e noce moscata, 80 g di parmigiano e la verdura e con il composto ottenuto imbottire i cannelloni. Olea una pirofila e versa sul fondo un velo di besciamella, sistema i cannelloni e coprirli con la besciamella e il parmigiano rimasto. Cuoci in forno caldo a 200° per 25 minuti.



34 commenti:

  1. Deliziosi e sicuramente ottimi, un saluto Daniela.

    RispondiElimina
  2. Non conoscevo questa verdura ma da come la descrivi, dal gusto amarognolo, so già che mi conquisterebbe al primo assaggio come questi cannelloni lo hanno fatto al primo sguardo. Che meraviglia la primavera con i suoi prodotti e i suoi profumi. Un bacione, buon we

    RispondiElimina
  3. Non avevo mai visto questa verdura, chissà che sapore ha. I cannelloni comunque hanno un aspetto fantastico! Baci!

    RispondiElimina
  4. Non la conosco quest'erba. Deve essere gustosa.

    RispondiElimina
  5. Ciao Elena, anche io mi sto dando alla raccolta delle erbe e penso sia una cosa ce da una gioia immensa, poi ovviamente nei posti magnifici in cui vivi, si trovano piante diverse rispetto a quelle che si trovano qui al nord, ma penso che la gioia rimanga la stessa. E poi io amo i cannelloni, ma che te lo dico a fare? :-P

    RispondiElimina
  6. Elena,
    It hadn't ocurred to me to use 'mazzareddi' in the canelonis, but it seems an excelente idea. They look absolutely delicious :)

    RispondiElimina
  7. stupenda presentazione, complimenti!! :))

    RispondiElimina
  8. E' la prima volta che ne sento parlare ma sarei curiosa di provare il suo sapore!
    Questi cannelloni sono spettacolari...magari averli qui ora per pranzo! :)
    Complimenti per il blog...l'ho scoperto ora, ma ti seguirò!

    RispondiElimina
  9. Non conosco i mazzareddi ma mi fido di te, se dici che sono buoni lo sono di sicuro.
    Baci buon fine settimana

    RispondiElimina
  10. splendidi questi cannelloni! ottima la presentazione! domanda sciocca ed è capitata a te! mi spiegheresti come fai a mettere sulle foto il tuo nome? ho cercato dappertutto ma non ho trovato niente...

    RispondiElimina
  11. Ciao Annarita, esistono tanti programmi di photo editing, dai più professionali a pagamento (photoshop) a quelli gratuiti più semplici (GIMP e Paint.NET). Se fai un giro su google ne troverei diversi.

    RispondiElimina
  12. Amo i cannelloniii e questi sono diviniiii! che buoniiii! fanno venir voglia di prepararli subito! bravissimaaaa! ho un languorino... ^^ kisssssss!! :*

    RispondiElimina
  13. Non conosco questa verdura , ma visto che mi piacciono molto , deve essere favolosa!! :P
    Baci Anna

    RispondiElimina
  14. ciao cara appena ho visto questa ricetta mi sono fiondata a vedere il procedimento essendo io proprio una nissena , ma pensavo che i mazzareddri fossero tipici della sicilia e nnon che fossero tipici nisseni , cmq non sapete che meraviglia vi perdete. baci dorris

    RispondiElimina
  15. Un altro piatto favoloso! mai sentita questa verdura! e ci risiamo :-D un po' come i nostri "friarielli" crescono solo nelle campagne del Vesuvio!Bravissima Elena cannelloni da re! :)

    RispondiElimina
  16. Questa ricetta è meravigliosa!!!! Mi ne sono innamorata subito...

    RispondiElimina
  17. ottime come sempre le tue ricette.

    RispondiElimina
  18. Adoro la verdura un pò amarognola, sono più che sicura che il sapore di questi cannelloni è speciale! Un abbraccio cara

    RispondiElimina
  19. E' la prima volta che sento questo nome...oltretutto non vado molto spesso a far le scampagnate quindi anche se li vedessi non saprei riconoscerli! Ma immagino che quel sapore un pò amarognolo con tutta 'sta besciamella ci stia da dio...devono essere divini!

    RispondiElimina
  20. Cara Elena complimenti per la ricettina! Questi cannelloni sembrano favolosi...sicuramente lo saranno;) Un bacione

    RispondiElimina
  21. mai mangiate queste verdure selvatiche. che fortuna hai avuto a trovarle! devono essere squisite. brava!
    Ciao Silvia

    RispondiElimina
  22. Ciao Elena, il tuo blog è davvero delizioso e questi cannelloni devono essere buonissimi!!! Un bacio e buon week end!!!

    RispondiElimina
  23. MMMH... Mi ricorda i miei "friarielli", che bontà! E' un vero peccato che la primaverà sia anche la stagione delle diete, ahimè!!!
    Un abbraccio e grazie per la tua visita!!

    RispondiElimina
  24. ottimi! anche con alcune varianti: catalogne e biete al poste degli amarelli

    RispondiElimina
  25. la sicilia non finisce mai di stupirmi con le sue bontà! terra meravilgiosa non mi stanco mai di dirlo!
    i tuoi cannelloni hanno un apsetto davvero delizioso! complimenti!
    buon we :)

    RispondiElimina
  26. Elena, che piacere conoscerti. Grazie per essere assata sul mio blog e scusa se vengo sul tuo un pò in ritardo. Ma sei anche tu una scorpioncina come me!!!Questi cannelloni sono deliziosi. Ti seguo e a presto

    RispondiElimina
  27. wow questo piattino è delizioso mi hai fatto venir voglia di farli, era da qualche giorno che ci pensavo....vado a fare la pasta bacioniii

    RispondiElimina
  28. ciao Elena i tuoi cannelloni sarebbero proprio adatti a dare un tono al mio pranzo domenicale ! chissà che buoni !! Ciao !

    RispondiElimina
  29. Ciao, particolari e ricercate queste lasagne con un'erba che non consocevamo.
    baci baci

    RispondiElimina
  30. Sono capitata nel tuo blog per caso e non posso che farti i miei complimenti, belle foto e splendide ricette... questi cannelloni sono fantastici... anche se devo rassegnarmi a non assaggiarle mai... non credo che troverò mai i mazzareddi nella mia città :)

    RispondiElimina
  31. Cara Elena, ho girato un po' x il tuo blog e nn sapevo dove soffermarmi..ci sn tante ricette e spunti interessanti! Ad esempio questi mazzareddi che ti ringrazio di avermi fatto conoscere..e x di più in questa veste. Com'è bella la tua terra! Ti seguo da subito!!

    RispondiElimina
  32. Ciao Ele! Girovagavo su google in cerca di un'immagine dei "mazzareddi", me ne parla sempre il mio ragazzo (che è di Agrigento) e non riuscivo a capire che verdura fosse, dato che nel palermitano non ho mai visto niente di simile. Pensavo fossero i nostri "giri" (che poi non so nemmeno se è anche il nome corretto) e ho trovato te. Perfetto, non li ho mai visti :D ma grazie al tuo post ho capito almeno come sono fatti. Il mio lui ne va matto. Un bacione

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails