mercoledì 16 marzo 2011

Torta camilla


Non so se ogni tanto capita anche a voi di essere travolte da ricordi sensoriali, profumi, sapori di una volta che ritornano in mente e rimandano al passato. Mi è capitato recentemente con quelle famose merendine alle carote, rotonde del Mulino Bianco, le camille, protagoniste di tantissime colazioni e merende, buone, semplici ma al tempo stesso originali e chic per i tempi che furono.
Un pomeriggio, rapita da questo dolce ricordo, ho voluto provare a riproporre, anche se sotto forma di torta, quelle delizie che tanto mi piacevano e mi facevano sentire diversa da chi faceva colazione con le varie merendine al cioccolato. L'esperimento è stato piacevole, sia come riuscita in sé che come ritorno al passato. E' stato uno di quei momenti in cui ho voluto risuscitare dei ricordi, delle sensazioni attraverso una pietanza, un gusto, un odore.. insomma è stato come rivedere una vecchia fotografia attraverso la mente e le papille gustative!
Ve la consiglio, è venuta fuori una torta rustica, frollosa nei bordi e dal cuore morbido di ricotta e carote, che rallegrerà la colazione e la merenda col suo sapore e col suo profumo delicato e vi rimanderà indietro nel tempo (se avete almeno la mia età ;).
Baci, amici!!



Ingredienti per 6 persone

250 g di farina 00
250 g di ricotta
2 uova e 1 tuorlo
200 g di zucchero
80 g di burro
½ bustina di lievito vanigliato
un pizzico di sale
150 g di carote


Mescola 200 g di farina, burro, sale, 130 g di zucchero, 1 uovo e il lievito e lavorali insieme con le mani fino ad ottenere un composto omogeneo che dovrai avvolgere nella pellicola e riporre in frigo per mezz’ora. Nel frattempo pulisci le carote e grattugiale, se possibile, a fiammifero. Versa la ricotta in una ciotola e lavorala fino a ridurla a crema, poi aggiungi le carote grattugiate, lo zucchero e la farina rimasta, il  tuorlo d’uovo ed amalgama tutto fino ad ottenere una crema omogenea. Preriscalda il forno a 180°.

Su una spianatoia infarinata stendi al pasta e ottieni un disco con cui rivestirai uno stampo da 20 cm di diametro. Adagia sulla teglia la carta da forno bagnata e strizzata, per evitare che formi delle pieghe e disponi la pasta sul fondo e sui bordi. Con i rebbi di una forchetta bucherella il fondo ed elimina la pasta in eccesso; versa all’interno la crema di ricotta e carote, livellala e inforna a 180° (forno già caldo) per 40 minuti.


32 commenti:

  1. hai ragione, è sempre piacevoli riscoprire sapori e profumi di esperienze vissute. è divertente cercare di ricrearli e rinventarli :)
    la tua torta è davvero ben riuscita! complimenti, baci

    RispondiElimina
  2. Bella questa versione di torta alle corote con la ricotta. Da piccina anch’io impazzivo per le Camille ^__^ Un abbraccio, buona giornata

    RispondiElimina
  3. si mi è capitato, hai fatto bene a lasciarti coinvolgere....ciao.

    RispondiElimina
  4. anche io avevo provato a farla però in monoporzioni!sembra venuta perfetta!

    RispondiElimina
  5. Le camille mi sa che tutti noi ce le ricordiamo. Sono fantastiche. E la tua é davvero perfetta e sicuramente più buona e più sana. baci!

    RispondiElimina
  6. Quete sono le torte che piacciono sempre ...

    Un bacione dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  7. Questa mi piace! Anche se le camille all'epoca io non le amavo molto, ho imparato ad apprezzarle più in là :-)

    RispondiElimina
  8. che spettacolo questa torta davvero una carezza in questo giorno di pioggia!!!bacioni imma

    RispondiElimina
  9. Eccome... spesso anche a me.
    Questa è pura meraviglia per gli occhi e mi immagino come sia per il palato :)

    RispondiElimina
  10. la camilla era una delle mie preferite, per quanto non le mangiassi sempre (sono ancora della generazione "mele a merenda"). La tua ha proprio un bell'aspetto. Un saluto

    RispondiElimina
  11. la torta camilla.. la miglior torta di sempre secondo me... bravissima Elena, sembra perfetta!

    RispondiElimina
  12. che squisitezza questa torta! proprio golosa! bacioni!

    RispondiElimina
  13. Meno male che sei venuta a trovarmi così ti conosco! Che bel blog! e che ricette! ne sto sbirciando parecchie :).
    Ottima anche questa torta.
    ps
    il broccolo pesante?? davvero? Io passo l'inverso a mangiare broccoli di ogni genere... sarà che sono una macinasassi (come si dice a roma)!

    RispondiElimina
  14. Il tuo blog è bellissimo e le ricette sono fantastiche. Complimenti, brava!!
    Maria Antonietta

    RispondiElimina
  15. Bellissima torta adoro le carote..quindi carta e penna la segno! bravissima
    ^_*
    un bacione Anna

    RispondiElimina
  16. Bei ricordi le camille....la tua torta è molto bella complimenti.

    RispondiElimina
  17. gnam gnam che buona!!!!!!!!ciao!

    RispondiElimina
  18. che bontà!
    e delizioso questo blog.. non possiamo non seguirti ;)
    passa a trovarci!
    baci
    MMM
    www.modemuffins.blogspot.com

    RispondiElimina
  19. buonaaa la camilla!! brava Ele!! io ho fatto le camilline tempo fa!! :-P la mania di fare a casa quello che trovi in commercio a volte prende il sopravvento! ^_^

    RispondiElimina
  20. un'altra versione di torta alle carote davvero interessante e particolare per l'aggiunta di ricotta. La mia prevedeva l'aggiunta di mandorle portando però ad un dolce buono, ma lontano dal gusto delle famose camille.
    devo assolutamente provare la tua versione!
    baci
    terry

    RispondiElimina
  21. BUON COMPLEANNO ITALIA! Proprio in occasione dei festeggiamenti dell'Unità d'Italia, Ballarini e il blog Farina, lievito e fantasia hanno indetto un fantastico contest "150 anni in tavola". Si potrà partecipare con ricette tipiche delle proprio regioni e in palio ci sono dei bellissimi prodotti della linea Titanio della Ballarini.
    Corri a leggere il regolamento. Ti aspettiamo! http://farinalievitoefantasia.blogspot.com/2011/03/contest-150-anni-in-tavola.html

    RispondiElimina
  22. Lo dico sempre io che le merendine sono troppo piccole, meglio in versione torta :-D
    Fabio

    RispondiElimina
  23. Mi ci vorrebbe proprio una fettina di torta ora... ho un certo languorino...

    RispondiElimina
  24. Che buona.Poi ti e' venuta perfetta.Anche la foto non scherza.Complimenti.
    Un bacione e una buona serata.
    Ciao,Fausta

    RispondiElimina
  25. sicuro la tua torta le supera di gran lunga in bontà! ma è vero i ricordi sensoriali sono quelli che rimangono per più tempo nella ns memoria legati a luoghi e circostanze...
    ottima la tua camillona!

    RispondiElimina
  26. torta spettacolosa! ricorda quella della nonna, ma lei metteva solo la ricotta :)
    p.s. ma che cucina meraviglioooosaaa!!! abbiamo appena visto l'intervista su madeinkitchen ^__^

    RispondiElimina
  27. Che bella e golosa torta!
    Io poco tempo fa ho postato la ricetta delle camille! Magari puoi provarle se ti piace il loro profumino!!!!!

    RispondiElimina
  28. Elena, esta torta es un espectáculo!!! y ese centro tan gustoso y tierno de ricotta y zanahorias ummmmmm una delicia, muchos besos

    RispondiElimina
  29. questa torta è proprio il genere che mi poace..cosi fintamente rustica..cosi morbida all'interno. La provo!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails