lunedì 29 novembre 2010

Casette di panna cotta con tetto di cachi


I cachi o kaki, i loti o le mele d’Oriente sono tutti nomi per indicare lo stesso frutto, la cui origine pare sia legata alla Cina, dove il suo albero venne denominato “l’albero delle sette virtù”. E da quella terra lontana i rami pieni di frutti hanno raggiunto molti Paesi, arrivando anche in Sicilia dove, in un paesino in provincia di Palermo, Misilmeri, si producono loti così buoni da conquistare la notorietà e l’esportazione in tutto il mondo. Proprio con questi loti ho preparato un dessert sfizioso nell’aspetto e nel sapore.


Ingredienti per 12 casette
500 ml di panna liquida non zuccherata
1 bustina di vanillina
100 g di zucchero
18 g di gelatina in fogli (9 fogli)
3 grossi loti
12 pistacchi
cannella in polvere
lamelle di mandorle per decorare
12 bicchierini per la forma

Preparazione
Immergi i fogli di gelatina in acqua fredda per 10 minuti. Sbuccia i loti e nel mixer riducili in crema con un cucchiaino raso di cannella. Versa la crema di loti in un pentolino e aggiungi 3 fogli di gelatina ammollata e strizzata, facendola sciogliere a fuoco bassissimo. Disponi sul fondo di ogni bicchierino un dito di crema e conserva in frigo. Nel frattempo, in un pentolino versa la panna, la vaniglia e lo zucchero e scalda a fuoco basso senza portare a bollore; togli dal fuoco e unisci 6 fogli di gelatina strizzata, mescolando fino quando non si sarà sciolta del tutto.

A questo punto, filtra il composto con un colino e versalo delicatamente nei bicchierini sul cui fondo avevi precedentemente disposto la crema di loti. Attenzione però: la crema di loti dovrà essere compatta e solidificata prima che su di essa venga versata la panna cotta, altrimenti galleggerà in superficie! Metti i bicchierini in frigo per almeno 5 ore. Per sformare il contenuto, immergi le forme per qualche secondo in acqua bollente o se hai utilizzato i bicchierini di plastica, molto più comodi, l’operazione sarà ancora più facile, perché potrai spezzarne l’estremità e sformare con più facilità.
Decora ogni casetta con una porticina di pistacchio e lamelle di mandorle.

16 commenti:

  1. mi ripeto anche qui...sono davvero deliziose queste casette! Buona settimana cara Elena, un abbraccio affettuoso....

    RispondiElimina
  2. ciao,
    ma che bella questa ricetta, io adoro i cachi.
    Prova anche la ricetta che ho fatto io con il semifreddo di amaretti, un connubio perfetto:
    http://chicchedikika.blogspot.com/2010/10/semifreddo-agli-amaretti-con-crema-di.html
    Rinnovo i complimenti per le foto.

    RispondiElimina
  3. Particolarissime, mi piace come curi i particolari....

    RispondiElimina
  4. Grazie Chiara, ti ringrazio anche qui :).. buona settimana, un bacio.

    Ciao Kika, grazie dei complimenti e della visita.. torna a trovarmi mercoledì, posterò una ricetta a metà tra queste casette di panna cotta e il tuo semifreddo.. a presto

    Grazie Fabiola, ti abbraccio

    RispondiElimina
  5. wow elena che ricetta meravigliosa e che presentazione,davvero una golosità unica!!!bacioni imma

    RispondiElimina
  6. tornerò di sicuro mercoledì per trovarci a metà strada :-P
    Grazie per esserti unita al mio blog

    RispondiElimina
  7. Ma che carineeeee queste casette!!!...golosissime!!!...complimenti!!! ^_^

    RispondiElimina
  8. Ellena,sei bravissima,ma come fai questi casette cosi belli !? grazie per la ricetta, è semplicemente favolosa:)
    Tu mai provata bavarese di castagne con la salsa di kaki? mi piace tanto:)))
    Milly

    RispondiElimina
  9. Imma, grazie della visita.. sei sempre carina! Baci

    Vanessa, hihi, molto carine, è vero! Grazie del commento.

    Milly, grazie dei complimenti. Non ho mai provato la bavarese di castagne, sono sicura che sarà molto buona.

    RispondiElimina
  10. Elena che bella presentazione! Non conoscevo i cachi di Misilmeri, grazie per le info.
    Buona serata

    RispondiElimina
  11. Elena, sei bravissima, questa presentazione è irresistibile!

    RispondiElimina
  12. Aspetta che torni Luca e che veda questa sciccheria, questa deliziosa panna cotta e sono sicura che si illuminerà come è successo a me, voglio assolutamente provarci anche io a rifarli!
    Bacioni
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  13. Sono una meraviglia complimenti ...
    Un saluto dai viaggiatori golosi...

    RispondiElimina
  14. Il blog Farina, lievito e fantasia in collaborazione con Ballarini, ti invita a partecipare ad un contest a premi.
    Ai 3 vincitori saranno assegnati 3 fantastici prodotti Ballarini.
    Cosa aspetti? Dai libero sfogo alla fantasia e partecipa al contest.
    http://farinalievitoefantasia.blogspot.com/2010/11/contest-foodblogger-ai-fornelli-con.html

    RispondiElimina
  15. quanto mi piacciono i cachi...mi copio
    subito la ricetta..complimenti!!
    Enza

    RispondiElimina
  16. Grazie Ale, devo confessarti che non li conoscevo neanche io fino a qualche giorno fa :)

    Aria, grazie della visita.

    Sabrina, cosa ha detto Luca al suo ritorno? Grazie del commento carino.

    Grazie Viaggiatori, un abbraccio.

    Ramona, grazie dell'invito, parteciperò volentieri.

    Enza, grazie! Quella di oggi è una ricetta non troppo complicata ma d'effetto. Grazie della visita.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails