martedì 5 marzo 2013

Cassata siciliana salata


Mi sento parecchio emozionata mentre scrivo questo post. È come se ci fosse una giostra di sensazioni che danza dentro di me mentre cerco di ripercorrere questi lunghi mesi che mi hanno tenuta lontano dal blog. Già, ho dovuto guardare la data dell'ultimo post per quantificare questa lunga assenza. Sono passati sette mesi, sette lunghi mesi, tanti giorni, tantissime ore. Sembra quasi incredibile, ma i miei giorni in questo lungo periodo sono stati così densi, così pieni e così emozionanti, che mi sono sentita risucchiata in un buco nero chiamato "vita" che non ha lasciato altro spazio per niente. Ho cambiato casa, ho cambiato abitudini e ho preparato il piatto più importante della mia vita, fatto di amore incondizionato, di gioia e di  speranza, che ha avuto una preparazione lunga nove mesi e che ha dato alla luce il mio amore più grande: "Marco", uno splendido bambino, che grazie al bellissimo "semino" che il papà ha scelto per me, mi ha regalato la gioia più grande della mia vita. Gioia che si è subito trasformata in preoccupazione, speranza e forza da dover tirare fuori quando, ad un giorno dal parto, per un problema di salute ho attraversato dei momenti veramente difficili che mi hanno tenuta lontano da lui e da tutto. Mai avrei pensato di provare sensazioni così forti e diverse in un tempo così breve. Ma una mamma è disposta a tutto pur di stare con il suo bambino, pure delle inumane cose che prima non avresti immaginato di poter fare. E oggi sono di nuovo qui, cambiata sì, ho avuto tanto tempo per pensare e riflettere su cosa è realmente importante nella mia vita, pronta a scrivere dopo avere trascorso ore in cucina, dopo avere ritrovato la serenità, la voglia e il desiderio di condividere con tutte voi le ricette e le idee, per cercare ancora di emozionarmi attraverso una fotografia o un dettaglio, un colore, un sapore, per cercare di riprendermi quello che mi sono persa in questi lunghi mesi, per ricercarmi come sono e come voglio essere, un'inguaribile romantica :)



Questo piatto mi girava per la testa da tantissimi mesi, proprio dagli ultimi giorni dell'estate scorsa, quando, folgorata dalla visione di una brochure di un noto locale palermitano che parlava di cassata siciliana e di rivisitazioni dei piatti in chiave moderna, mi colpì quel concetto di cassata salata che tanto mi ricordava lo stile culinario rinascimentale nel quale era d'obbligo iniziare i pasti con un piatto dolce. Oggi i gusti e le tendenze sono parecchio diverse ma è sempre romantico lasciarsi trasportare dalla tradizione e dal ricordo dei tempi passati, per riscoprire e rigustare i nostri tempi. Il piatto è una cassata siciliana, salata però, uno sformato di patate con farcia di carciofi e un tripudio di colori che accenderà la vostra tavola e la vostra fantasia!




Ingredienti


1 kg patate
100 g pancetta
100 g parmigiano
5 carciofi
3 uova
1 scalogno
1 porro
2 zucchine genovesi
8 pomodorini
3 funghi champignon
2 carote
1/2 bicchiere di latte
4 cucchiai di panna
8/10 cucunci
1 ciuffetto di prezzemolo
1 ciuffetto di basilico
1 tazzina di vino bianco
una manciata di pangrattato
olio evo
sale
pepe
noce moscata



Lessa le patate ed un carciofo intero in abbondante acqua salata. A fine cottura togli il carciofo lasciandolo per la decorazione; scola le patate, mondale e schiacciale. Unisci un cucchiaio d'olio, il latte, le uova, il parmigiano grattugiato e infine sale, pepe e noce moscata grattugiata. Amalgama il tutto fino ad ottenere una purea omogenea. Pulisci i carciofi e affettane 4 sottilmente. Scalda qualche cucchiaio d'olio in una padella e fai soffriggere appena lo scalogno affettato e la pancetta tagliata a cubetti, sfuma con vino bianco ed unisci i carciofi. Cuoci a fuoco dolce col coperchio, mescolando di tanto in tanto e unendo, se necessario, qualche cucchiaio d'acqua. Regola di sale ed unisci il prezzemolo sminuzzato.
Taglia entrambe le estremità del porro mantenendo circa 10 cm di parte centrale verde, incidila nel senso della lunghezza fino al centro, aprila delicatamente cercando di non danneggiare le foglie. Sbollentale velocemente, scolale  e tienile da parte per la decorazione. Fodera una teglia per cassata (con i bordi svasati) di 23/25 cm con carta da forno bagnata e strizzata. Adagia le foglie del porro sul bordo interno della teglia distanziandole regolarmente tra loro e taglia la parte eccedente in altezza con una forbice. Fodera delicatamente il fondo e i bordi della teglia con poco più della metà della purea facendo attenzione a non spostare le foglie del porro. Distribuisci la farcia di carciofi (a cui avrai aggiunto un cucchiaio di panna) schiacciandola leggermente con una forchetta e chiudi con la purea rimanente. Spolvera con il pangrattato ed inforna per 30 minuti a 200°C. Nel frattempo, per la decorazione, scotta una carota e una zucchina affettata nel senso della lunghezza, griglia i pomodorini, i funghi affettati, una zucchina a rondelle. A cottura ultimata, lascia raffreddare lo sformato, quindi, capovolgilo su un piatto e decora con le verdure che hai preparato prima.



Buon divertimento!


Valori nutrizionali per 100g


3,92 g proteine (17,32%)
4,36 g di lipidi (43,49%)
8,84 g di carboidrati (39,19%)
1,81 g di fibra
6,5 mg di colesterolo

90,24 Kcalorie


37 commenti:

  1. Bentornata tesoro e benvenuto Marco, un nome che come sai ho dato anche a mio figlio ! Una ricetta splendida per ricominciare a stare con noi che ti vogliamo bene, un abbraccio forte!

    RispondiElimina
  2. Bentornata tesoro, è una bellissima sorpresa rileggerti stamattina.
    Mi dispiace che la gioia per l’arrivo di Marco sia stata subito offuscata dai tuoi problemi di salute ma sono felice che tutto si sia risolto per il meglio. La forza e l’infinito amore di cui una mamma e capace credo si posano comprendere fino in fondo solo diventando madri. E con il cuore ti/vi auguro tutto il bene del mondo. Un abbraccio grande e una dolce coccola al piccolino ^_^

    P.S. questa cassata è stupenda, un inno alla bella stagione che sembra un piccolo quadro.

    RispondiElimina
  3. ciao ele, leggerti è più che un piacere. Sono felice che tutto sia andato per il verso giusto, quello che hai affrontato non è facile e ti ammiro per esserci riuscita, sei forte!!!!!! Auguri di tutto che la vita ti possa regalare solo cose belle. Questa cassata è spettacolare, mi mancavano le tue ricette sfiziose, un abbraccio ed un bacio a Marco.

    RispondiElimina
  4. bentornata cara e benvenuto al piccolo Marco, sono contenta che la tua lotta ti abbia portata ad una grande vittoria.. complimenti anche per questa favolosa ricetta!!

    RispondiElimina
  5. un piatto trionfale per un grande ritorno!! mi sono commossa leggendo le tue parole, io non ho provato una gioia simile e ogni volta che leggo o ascolto testimonianze legate alle gioie della maternità posso solo immaginare di capire ma so che non è possibile comprendere se non si prova come in tante altre situazioni.
    Sono tanto felice per te
    Bentornata e benvenuto Marco!
    Ciao
    Cris

    RispondiElimina
  6. Eleninaaaaaaaaaaaaaaaa, che bello ritrovarti in cucina più creativa che mai. Guarda che piatto meraviglioso e pieno di colori che riportano all'estate, la stagione che amo di più. Dicono che non c'è gioia senza dolore, per quanto mi riguarda ho sperimentato solo la seconda parte di questo assurdo anche se pur vero proverbio. Sono contenta che tutto si sia risolto per il meglio, è davvero bello rileggerti. Un abbraccio e un bacione al piccolo Marco.

    RispondiElimina
  7. Che tripudio di colori...Dopo tanta sofferenza in questo piatto si legge tutta la tua gioia...

    RispondiElimina
  8. Post da brivido!!!! Brava, la forza dell'amore riesce a guarire tutto! Bentornata anche da parte mia, nel tuo piatto si denota la gioia, la cura, l'amore di condividere, complimenti ancora e un abbraccio a te supermamma e al piccolo Marco!!!!

    RispondiElimina
  9. Bentornata :) sono contenta di sapere che stai, che state bene e che tutto si è risolto, hai uno spirito e una forza d'animo da cui molti dovrebbero prendere esempio :)

    RispondiElimina
  10. Elena, non sai che gioia rileggerti dopo tutto questo tempo. E non tanto per il tempo trascorso, quanto per le difficoltà che so hai dovuto affrontare! Sono contenta tu ora stia meglio, l'aver cucinato questa delizia vuol dire che ti sei rimessa in piedi, più forte di prima! Un bacione grande a te e al tuo piccolo Marco! Spero di rivederti presto e di conoscere quanto prima questo bel pupattolo!

    RispondiElimina
  11. bentornata, carissima Elena, vedo che nonostatne il tuo piatto migliore sia insuperabile, anche nei fornelli non hai perso la mano!
    Congratulazioni e in bocca al lupo, l'esperienza è senz'altro delle più forti nella nostra vita.
    Congratulazioni anche per la tua presenza sul libro di Roberta d'Ancona, grande soddisfazione!

    RispondiElimina
  12. Tesoro ma che bello rileggerti e che emozione....un piccolo cucciolo pieno di amore, ecco il motivo della tua assenza!!Spero che adesso sia tutto superato e che tu stia vivendo alla grande questa nuova avventura e che tu stia bene soprattutto!!!!Un piatto meraviglioso cara per iniziare questa nuova vita nella speranza che tu non sparisca piu!!Un bacione grandisssssssssimo,Imma

    RispondiElimina
  13. Bentornata bentornata bentornata! E se ti riaffacci con una delizia del genere...chapeau! Un'idea originale e davvero particolare. Che brava.
    Per il resto...un grande in bocca al lupo per la tua nuova "avventura".
    simo

    RispondiElimina
  14. da uno a 10, sono contenta 1000 che sei tornata ed hai fatto un ritorno alla grande!!! Brava Ele, a parte per tutto (ma questo lo sai già, no?) festeggiare il tuo ritorno con questa visione sublime non ha prezzo! Un bacione giganterrimo e soprattutto..... ma perchè non apri mai whatsapp? Ahahahahah bacio e un bacione a Marco e Melo.

    RispondiElimina
  15. amichetta bentornata!!! che bello leggere i tuoi post e sognare di assaporare le tue ricette :-) spero di venirti a trovare presto e finalmente conoscere il piccolino :-) bacioni grandi grandi! <3 Katia

    RispondiElimina
  16. bentornata a te :D e benvenuto al piccolo gnomo :D
    e speriamo che ora tutto vada per il meglio!
    p.s. un rientro buonissimo con questa bellissima cassata

    RispondiElimina
  17. ben tornata...!!
    e complimenti per questa cassata salata molto intrigante e anche ben presentata..
    lia

    RispondiElimina
  18. Che piacere rileggerti e con due grande sorprese. Un figlio e questa ricetta.
    Tanti auguri.

    RispondiElimina
  19. bello rileggerti Elena :)
    sei una tosta!!!
    un bacio grande e bentornata ^_^

    RispondiElimina
  20. Sono felice che tu sia tornata, ci sei mancata tanto!
    Un gioioso benvenuto al piccolo Marco e spero che i tuoi problemi di salute siano ormai solo un brutto ricordo.
    Il piatto che hai scelto per tornare tra noi è semplicemente magnifico. Ti abbraccio cara

    RispondiElimina
  21. Bentornata Elena e benvenuto al piccolo Marco. Un ritorno alla grande con questa cassata :) In bocca al lupo per la nuova vita da mamma :)

    RispondiElimina
  22. finalmente...bentornataaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!! Ricetta strepitosa ma ancor di più la nascita di tuo figlio, infiniti auguri!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  23. Sei tornata come una regina, con il tuo carattere, il tuo marchio di fabbrica, la tua solarità. ma soprattutto con la tua forza e la tua sensibilità. è strano, ora, passare di qua e non pensare a quella sera quando abbiamo cenato su quella terrazza, alla nostra passeggiata verso il mare mentre ti raccontavo dei miei parti e tu avevi ancora la panciona...ti ho pensato tanto in quei giorni...così come ti penso ogni volta che uso l'origano (ops, l'ho finito proprio domenica però!) ...sei una persona speciale, Elena, sono proprio felice di averti conosciuta. te e il tuo dolce Melo. ora, però devo conoscere Marco.

    RispondiElimina
  24. Elenuccia cara... come ti capisco!!! da quando sono mamma la cucina è l'ultimo dei miei pensieri... Marco è fortunato ad avere una mamma forte come te ( :* )
    la nostra vita con i nostri bambini è stupenda vero??? :D sono felice di rileggerti ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah.. dimenticavo!! bentornata con questa meraviglia di ricetta... sei mitica

      Elimina
  25. wow è spettacolare! complimenti! sei stata super brava e certo si fà un figurone a presentarla! quasi quasi meglio in questa versione salata ;)
    un bacione

    RispondiElimina
  26. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  27. Benritrovata Elena! Ma soprattutto congratulazioni per il grande dono che avete ricevuto, Marco. Sono molto felice di rileggerti e di vederti tornare con questa ricetta davvero spettacolare! Un bacione mia cara e una carezza al tuo cucciolo!
    Ely

    RispondiElimina
  28. Ciao Elena ben ritrovata ! e che bella notizia , complimenti, congratulazioni a te e tuo marito .... sono felice di sapervi felici !!!! un abbraccione !! e stupenda anche questa cassata salata, ironica, saporita e bella !!!

    RispondiElimina
  29. Bentornata Elena quanto tempo!!
    Auguri a l tuo piccolo tanta gioia e felicità!
    Un abbraccio Anna

    RispondiElimina
  30. Ma che genialata Elena la versione salata!!!!! Complimenti, davvero ghiotta!!!

    RispondiElimina
  31. Ciao!...vorrei solo ricordardi il mio nuovo contest...ricco premio in palio....un viaggio!
    Ti aspetto...se ti va!
    http://squisitocooking.blogspot.it/

    RispondiElimina
  32. Bentornata a te e benvenuto a Marco, la gioia più bella che si possa vivere :)

    Questa cassata salata è stupenda , colorata e gioiosa, mette allegria e dimostra una voglia di cucina e una grande maestria!

    baci

    RispondiElimina
  33. Elena sei fantastica......ho un premio per te qui: http://www.lemillericette.com/2013/03/very-inspiring-blog-award-il-mio-primo.html

    RispondiElimina
  34. ma che belle ricette!e che bel blog!complimenti tua nuova follower ti aspetto da me

    http://assaggi-incucina.blogspot.it/

    RispondiElimina
  35. anche io sono stata colpita da quella brochure e ci penso da allora :) ora che l'ho rivista qui, credo che non potrò non rifarla a breve... ti è venuta benissimo :))

    RispondiElimina
  36. Hai emozionato anche me con il tuo racconto, non sai quanto... Sono felice che tu sia tornata, più pimpante che mai, con una ricetta bella e solare come questa. Anche se, il tuo capolavoro, non può che essere quel bellissimo bimbo di nome Marco, vestito da coniglietto :-)
    Bentornata!!!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails